La felicità è un dono

La felicità è un dono

Perché l'altruismo intelligente è la scelta migliore che puoi fare

pp. 144, 1° ed.
978-88-454-0992-9

In un mondo dilaniato da diseguaglianze feroci, fare del bene somiglia a «un sasso nello stagno dell’indifferenza», come si legge nella prefazione di Telmo Pievani, che definisce eccellenti le argomentazioni di questo libro unico nel panorama italiano. La felicità è un dono, ed è davvero così, perché fare del bene fa bene innanzitutto a se stessi. Chi dona il proprio tempo, il proprio denaro o il proprio sangue pone le basi per condurre un’esistenza più ricca di significato e anche, a sorpresa, più sana e più longeva. A suggerirlo sono le neuroscienze cognitive e la biologia evoluzionistica: gli studi recenti mostrano come le azioni generose e solidali abbiano effetti concreti per la persona che le compie a livello fisico e psicologico. Marco Annoni racconta con un linguaggio chiaro e affascinante quanto l’altruismo rappresenti una chiave fondamentale per costruire una vita densa di umanità. Ma anche la donazione richiede consapevolezza. Scrive Pievani: «Troviamo in questo libro la migliore difesa dell’altruismo intelligente, cioè non meramente emotivo e istintuale, non autolesionista, non sprecone.» Attraverso dati e aneddoti, l’autore ci guida tra le immense possibilità del dono, pensando alle persone meno fortunate del proprio quartiere oppure al benessere del pianeta e degli animali o ancora al progresso della ricerca scientifica. Basta un gesto anche piccolo per diventare persone migliori e più felici.

Autore

Bioeticista e ricercatore, ha conseguito due dottorati di ricerca, uno in filosofia della scienza e uno nei fondamenti etici e teorici delle scienze della vita. Attualmente è ricercatore in bioetica presso il Consiglio nazionale delle ricerche (cnr), coordinatore del Comitato etico della Fondazione Umberto Veronesi, direttore della rivista scientifica The Future of Science and Ethics, membro del Comitato per l’etica clinica (cec) dell’Azienda usl-irccs di Reggio Emilia e consulente etico per la Fondazione Human Technopole di Milano. Ha pubblicato quattro libri e oltre 50 contributi scientifici su riviste nazionali e internazionali.