La pancia lo sa

Interpretare i messaggi di stomaco e intestino per vivere meglio

pp. 192, 1° ed.
978-88-454-0119-0

La pancia lo sa inaugura la collana Sonzogno Scienze per la vita, ideata e diretta dalla giornalista scientifica e autrice bestseller Eliana Liotta. Da uno dei maggiori gastroenterologi italiani, coordinatore dell’Immuno Center di Humanitas, un libro che mancava: la guida per comprendere i segnali dello stomaco e dell’intestino e rimettere in sesto corpo e mente.

 Mangiamo cibi sbagliati? La pancia lo sa. Accumuliamo troppo stress a casa o al lavoro? La pancia è la prima a saperlo. Abbiamo preoccupazioni così sedimentate che ormai non ci facciamo più nemmeno caso? La pancia sa anche questo e, in un certo senso, conosce cose che noi stessi ignoriamo. Dovremmo imparare ad ascoltarla per stare meglio: gonfiore, stipsi e difficoltà digestive, per esempio, possono avere origine da tensione, tristezza o intolleranze alimentari.

Come un moderno aruspice, il gastroenterologo di fama internazionale Silvio Danese in La pancia lo sa guida il lettore alla comprensione di sé attraverso i segnali che arrivano dal basso. Gli antichi predicano da secoli che il ventre è il centro dell’energia. E oggi gli studi all’avanguardia concludono che l’intestino e lo stomaco sono cruciali per lo stato di salute generale: da loro dipendono i livelli infiammatori dell’organismo, l’abilità del sistema immunitario nel fronteggiare i virus e i malanni, il metabolismo e dunque il peso, l’umore e il modo in cui ci rapportiamo agli altri.

Pagina dopo pagina, l’autore, forte della pratica clinica in ospedale e dell’impegno nella ricerca, descrive gli stili di vita e le strategie che consentono all’apparato digerente di diventare il migliore alleato della longevità e di un’esistenza più serena. Che cosa portare e non portare in tavola, quando sospettare che un alimento sia un nemico, come allontanare l’ansia con pratiche semplici e alla portata di tutti. Silvio Danese fa chiarezza sui problemi più comuni e sui test seri per diagnosticarne la causa, che si tratti di cattive abitudini alimentari, di sensibilità non celiaca al glutine, di un’infezione o di una patologia cronica.

Autore

è professore ordinario di Gastroenterologia presso Humanitas University ed è coordinatore dell’Immuno Center nonché responsabile del Centro di ricerca e cura per le malattie infiammatorie croniche intestinali all’ospedale milanese Humanitas. Presidente della European Crohn’s and Colitis Organisation (ECCO), ha pubblicato centinaia di articoli su riviste scientifiche ad alto impact factor. È impegnato in numerosi progetti di ricerca di base e studi clinici sull’uso di nuovi farmaci.