Via Libera

50 donne che si sono fatte strada

pp.208, 1° ed.
978-88-454-0136-7

Sono pochissime le strade dedicate alle donne in Italia. E di queste, la maggior parte celebra sante, martiri e madonne. E le scrittrici, le scienziate, le inventrici, le sportive, le artiste e le eroine dove sono finite? Non apprezzate, ostacolate, ingiustamente oscurate dalla fama del compagno, ridimensionate, sminuite e sottovalutate, sono rimaste nell’ombra, e le rare eccezioni non hanno ottenuto più di una targa in periferia. Eppure Eleonora d’Arborea è stata l’antesignana dell’uguaglianza davanti alla legge, Artemisia Gentileschi ha sfidato le convenzioni dell’arte e della morale, Franca Florio è stata la protagonista incontrastata della Belle Époque, Tina Modotti ha rivoluzionato la fotografia e Gae Aulenti l’architettura. Come loro, molte altre donne dalla mente geniale e dalla personalità forte hanno lottato per affermarsi, cimentandosi nella duplice impresa di esprimere il proprio talento e di emergere in un mondo di uomini. Questo libro vuole rendere giustizia a tutte loro. Valentina Ricci, Viola Afrifa e Romana Rimondi hanno selezionato cinquanta grandi donne italiane di ogni epoca – da Costanza d’Altavilla ad Alda Merini, da Trotula De Ruggiero ad Anna Magnani – che hanno affrontato ostacoli e pregiudizi per consegnarci un esempio di determinazione, coraggio e indipendenza valido ancora oggi. Il risultato è un viaggio senza tempo attraverso lo sguardo delle donne che ci hanno spianato la strada.

Autori

nasce e vive a Milano. Nel 2001 entra per caso a Radio Deejay e capisce subito che da via Massena 2 non se ne andrà mai. Nel 2003 inizia il sodalizio (che continua tuttora) con La Pina e Diego Passoni a Pinocchio, uno dei programmi più longevi e di maggior successo di Radio Deejay.
Sempre con La Pina e Diego ha pubblicato Ciao che fate? (Mondadori 2011) e, come unica autrice, Le posizioni dell’amore (Vallardi 2019).

nasce a Prato con la valigia pronta. Vive a Siena, Parigi, New York e Stoccolma prima di gettare l’ancora a Milano, città che ora non cambierebbe
con nessun’altra al mondo. Parte lavorando in tv poi nel 2014 inciampa nella radio e non ne esce più. È la spalla di Fabio Volo ne Il Volo del mattino, programma quotidiano di Radio Deejay.

graphic designer, vive e lavora a Bologna. Dopo alcuni anni come creativa in un’agenzia pubblicitaria, è diventata freelance, collaborando con
numerosi brand, dalla moda alla grande distribuzione. Non ha mai scritto un libro finora perché ha sempre preferito parlare con le immagini, ma Via Libera le ha permesso di fare entrambe le cose.