La fiducia nell'essere umano, nella sua capacità di capire e di fare, è il filo conduttore di questi scritti che trattano non tanto ciò che va bene, ma le forme sbagliate di esistenza e organizzazione che producono inefficienza e, soprattutto, infelicità. È da questa analisi che possiamo comprendere come agire in modo diverso. I problemi si possono risolvere con atteggiamento positivo, accettando sfide e rischi con quell'entusiasmo che è, appunto, l'ottimismo: la fiducia che in noi esista la capacità di fare quel passo in più, di migliorare, di superarci. Sempre.

Autore

è uno dei più celebri sociologi contemporanei. È stato rettore di università, presidente dell'Associazione Italiana di Sociologia, editorialista del Corriere della Sera e attualmente de il Giornale. È celebre per la sua teoria dei movimenti collettivi e riconosciuto in tutto il mondo come il fondatore degli studi sull'innamoramento e l'amore. I suoi libri, alcuni grandi bestseller internazionali, sono tradotti in trenta lingue.